Piero Angela colto da malore, i commenti deficienti sul web


Piero Angela

È di questa mattina la notizia che il noto giornalista e conduttore scientifico Piero Angela, è stato colto da malore. Il padre di Quark (divenuto poi Super Quark), nota trasmissione scientifica in onda da decenni sulle reti RAI, è attualmente ricoverato in ospedale (aggiornamento: è stato dimesso). Un’occasione ghiotta per i “miserabili del web” di dare sfogo alla loro stupidità. Si tratta di una minoranza di persone, ma sono sempre troppe. Di seguito riporto alcuni commenti apparsi a commento della notizia:

Se passa all altro mondo scoprirà che le sue opinioni sull evoluzionismo erano menzogne. Scoprirà anche che il creatore dell universo è Dio e non il caso.. Poveretto.. Quante cazzate ha divulgato in vita.. Speriamo Dio lo perdoni… (Se Dio esistesse non potrebbe perdonare se stesso per averti creato – nota mia)

la voce delle multinazionali farmaceutiche, della scienza ufficiale e delle lobby del potere… (tranquilla, se ti becchi una brutta malattia ti portiamo in erboristeria – nota mia)

A fa culo stronzo tu e figlo… (questo neanche lo commento, troppo stupido per capirmi)

Pur condividendo l’augurio di una pronta guarigione non posso esimermi dal ricordare che anche tu, come Augias et al., non hai disdegnato di far parte del familismo italiano che piazza figli e parenti in posizioni di prestigio…. Sicché, di grazia, appena rinsavisci rimedia a questo scandalo che ormai si perpetra da troppo tempo!!! (Se mi dimostri di saperne più di Alberto Angela, il posto è tuo ma spesso basta un commento per capire il livello d’intelligenza di una persona. PS. Casomai è nepotismo, il familismo è altra cosa. Studia!)

Tranquilla il disinformatore prezzolato ha già piazzato il figlio in rai da anni……..fatevelo un giro in quei posti chiamati biblioteche e vedrete che gli angela tutto sono tranne che dispensatori di cultura. (Questo invece dispensa bile e ignoranza)

Anche un vivisezionista può morire. (ok se ti becco a mangiare carne, ti faccio alla griglia direttamente)

Ma quando more…? (tranquilli non è la stessa tizia che che scritto “è morto il Giorgio sbagliato”)

Uno dei massoni che comanda in Italia. (fin quando non la comanderai tu, non dobbiamo preoccuparci)

schifoso lui è suo figlio, con la sua pessima programmazione , divulgazione scientifica mediocre, ha generato negli Italiani la falsa convinzione( si convinzione non altro perchè gli italiani so caproni e lo rimarranno)di essere tutti dei geni in campo scientifico; Tra ll’altro fottendosi un sacco di soldi! (Tu l’unico genio che conosci è quello della lampada)

continuate a dormire e a credere alla TV. (Il TVesimo mi mancava come religione)

A tutti gli gli ignoranti,e siete tanti.Questo signore tramite il Cicap da decenni tiene segreti alla popolazione cose importantissime tipo:le scie chimiche,avvistamenti alieni ,sacra sindone ecc.Se non sappiamo la verità in Italia lo dobbiamo anche a lui. (Ok, se il colto e intelligente sei tu, alzo le mani)

Che il CICAP tramonti con lui. Purtroppo suo figlio porterà sicuramente avanti il suo lavoro di DISINFORMAZIONE. (Cerca informazione sul vocabolario)

fusse ka fusse…’sto puzzolente mandarino della disinformazione di regime e grossissimo parassita autoreplicantesi in quel fetecchione di suo figlio…

Molto dispiaciuti? Un altro venduto sl sistema (magari argomenta, se ne sei capace)

l’ospedali so pieni de gente che sta male………CI SONO COSE CHE NEANCHE CHI SI CREDE IMMORTALE RIESCE A SFUGGIRE……… ( sì, ma a scuola non hai imparato che i puntini sono 3? Gli ospedali, non l’ospedali)

CHE VADA A FANCULO!! (Così incontra il tuo cervello che a fanculo c’è andato da tempo)

Commenti televisionisti, la cultura è un’altra cosa. (Tu ovviamente sai cos’è, vero)?

All’estero lo avrebbero arrestato (no comment)

Sono certo che il CICAP saprà renderlo immortale….. (ecco un altro che non paga i puntini sospensivi)

Non ho apportato alcuna correzione, i commenti sono stati copiati e incollati nella loro forma originale.

Vincenzo Borriello Scrittore

Il ladro di fotografie. Il nuovo libro di Vincenzo Borriello. Disponibile in cartaceo a 9 euro e in ebook a 0,99€ http://www.lettereanimate.com/eshop/index.php?route=product/product&product_id=119

Il ladro di fotografie. Il nuovo libro di Vincenzo Borriello. Disponibile in cartaceo a 9 euro e in ebook a 0,99€ http://www.lettereanimate.com/eshop/index.php?route=product/product&product_id=119

Annunci

Informazioni su Vincenzo Borriello

Vincenzo Borriello è nato a Torre del Greco nel 1976. Ha conseguito la laurea in sociologia presso la Federico II di Napoli. Fin dall’età adolescenziale ha avuto una forte passione per il giornalismo che l’ha portato a collaborare con alcune testate giornalistiche per le quali ha scritto di politica, di cronaca e ha svolto inchieste giornalistiche con una forte impronta sociologica. Ha dimostrato un forte interesse per gli studi di Wallerstein e in particolare per la sua teoria del Sistema Mondo che gli ha permesso di affrancarsi da obsolete categorie analitiche, fornendogli strumenti adeguati per “pensare il mondo”. Successivamente si è avvicinato agli studi di Parag Khanna, allo scopo di approfondire le sue conoscenze sui “Nuovi equilibri globali”, e agli studi di Amartya Sen, in particolare ai suoi studi sulla globalizzazione. La sua passione per la sociologia ha portato l’autore ad approfondire le dinamiche sociali, cercando di capirne e studiarne a fondo i meccanismi, e di dare nuove interpretazioni laddove le spiegazioni causali e le interpretazioni risultavano, a suo parere, incomplete come nel caso del terrorismo islamico, cui ha dedicato uno studio approfondito, troppe volte semplicisticamente ridotto a effetto di un integralismo religioso spinto all’esasperazione, o peggio, e ancora in maniera più semplicistica, ridotto a gesta di psicopatici. Nel febbraio 2010 esce il suo primo romanzo dal titolo “L’uomo che amava dipingere” (Casa editrice Aurea) che narra la storia di Yassir, un giovane pittore iraniano arrestato per aver dipinto una donna nuda, reato per il quale è previsto la pena di morte. É lo stesso autore a definire il suo libro, un romanzo”sociale”contro la violazione dei diritti umani; ma anche una finestra sul mondo arabo-persiano capace di fornire un punto di vista alternativo rispetto a quello “folkloristico”che i media amano dare in pasto a cervelli troppo pigri per pensare. Nel febbraio del 2011, proseguendo sulla scia del “romanzo sociale” intrapresa con il lavoro precedente, Borriello pubblica “La donna che sussurrava agli specchi” edito da Montecovello. L’opera che, stilisticamente rappresenta un’ulteriore evoluzione per l’autore, vuole ancora una volta essere un atto di denuncia verso temi mai sufficientemente dibattuti, attingendo come nel lavoro precedente, da fatti di vita reale sapientemente mescolati e rimescolati alla fantasia e creatività dell’autore. Il passo successivo è rappresentato dall’opera “Il ladro di fotografie”, edito da Lettere Animate. Borriello, per la prima volta, si cimenta con il noir. Un’etichetta che però, probabilmente, non rende bene l’idea. La definizione più adatta per l’opera potrebbe essere “noir riflessivo”. Questa la trama: La tranquillità di un cimitero newyorkese è disturbata da una serie di furti. Qualcuno ruba dalle lapidi le foto di giovani e belle donne, cercando tra esse l’amore della sua vita, la donna ideale. Ben presto però, il responsabile dei furti, diventerà uno spietato serial killer. Vita e morte, facce di una stessa medaglia, si mescolano con l’amore, il dolore e la follia. Sullo sfondo della storia, la vita distrutta di Anthony, un ex poliziotto, vedovo, depresso ed alcolizzato che ora lavora come becchino. Anthony ha un solo scopo nella sua vita: trovare l’assassino di Franceen, sua moglie.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...